montecagnoletto.itsito ufficiale del Comitato Civico MontecagnolettoCasella di testo: Newsletter 21 ottobre 2018
Home

Sito progettato e realizzato a titolo gratuito da Antonino Fabbri per il Comitato Civico

torna all'elenco
Casella di testo: Avevo avuto modo di aggiornarvi sulla pioggia di mail che settimanalmente inviavo in Comune per chiedere soluzione ai problemi più urgenti. La cosa è sfociata in un incontro con l’assessore Guarrera, svoltosi il 2 luglio, nel corso del quale mi è stata contestata questa presunta “petulanza elettronica”, che poteva essere tranquillamente sostituita dal chiarimento verbale e diretto che stavamo avendo. Ho preso atto e soprattutto li ho presi alla lettera, non ho più pressato via mail, ma il risultato è sempre lo stesso: i famosi problemi più urgenti sono sempre lì, intonsi; nulla si è mosso, tutte le buone intenzioni sono sfociate nel solito NULLA più assoluto. Stessa sorte con il Sindaco, il quale mi ha invitato, in modo per nulla velato, a non scrivergli più messaggi, e a rivolgermi per la risoluzione delle urgenze direttamente agli uffici comunali. Una volta superata l’ilarità del vedermi indicare numeri telefonici che conosco a memoria, ho preso atto anche di questo, non prima di avergli contestato il fatto che, a mio modo di vedere, dovrebbe essere lui a cercare me ed io, eventualmente, a decidere se concedere il mio contatto. Questione di punti di vista.

La parola d’ordine della nostra estate è stata ACQUA, in tutte le forme che essa può assumere nell’ambito della gestione Acea. Gravissima la carenza di cui ha sofferto la zona di via Mafai tra luglio e agosto, dove non si è visto un goccio d’acqua per settimane; gravissima anche l’assenza dell’Amministrazione, dalla quale mi sarei aspettato una presa di posizione ferma e risoluta sulla questione in difesa dei cittadini più deboli. Unico alleato al nostro fianco è stato il Tenente Silvestri, che mi ha aiutato nella difficile opera di tenere le fila dell’emergenza, coadiuvandomi nel coordinamento di autobotti, solleciti, comunicazioni, sopralluoghi. Ma per il resto, quanto accaduto ha del vergognoso.

Altro impegno gravoso è stato quello di tenere sotto controllo le tante rotture che si sono improvvisamente susseguite lungo la rete, anche sui tratti più nuovi, che hanno causato la perdita di una quantità veramente ingente di acqua. Anche in questo caso, Acea non sembra più intervenire con la stessa sollecitudine, e se prima potevamo contare su riparazioni in 24 ore, ora possono passare anche delle settimane. Anche da questo punto di vista, probabilmente manca ormai l’interesse a far rispettare il contratto di servizio.

Vi ricordate, invece, la storia delle analisi dell’acqua del Pozzo della Villa? Grazie ai nostri controlli periodici, fin da gennaio avevamo notato un costante aumento dei floruri, arrivati a superare anche se di poco i limiti di legge. Il fatto era coincidente con l’omissione della pubblicazione obbligatoria periodica dello stato dell’acqua. Anche qui ci siamo dovuti muovere completamente da soli, l’unico aiuto ricevuto dal Comune è stato la fornitura di un indirizzo email dell’ufficio competente, ma solo dopo mesi di goccia cinese siamo riusciti a far ricondurre tutto alla normalità: i valori dei floruri sono rientrati nella norma e, guarda caso, i dati sono stati finalmente pubblicati dopo più di un anno di omissione… GOAL! Ma non è normale dover spendere cotanta fatica e tempo per ottenere ciò che dovrebbe rappresentare il livello minimo di servizio. Come, per esempio, non possiamo faticare per 45 giorni solo per ottenere la sostituzione di un lampione guasto…. altro evento di fine estate che ha inutilmente bruciato il nostro tempo e le nostre energie. Stiamo scherzando??

Come sapete, il consigliere alla Città Metropolitana Flavio Gabbarini ha fatto approvare un piccolo finanziamento per la messa in sicurezza dell’immissione di via Montecagnoletto su via Appia Vecchia, altro tema su cui battiamo da svariati anni. Ci siamo immediatamente attivati ed abbiamo organizzato un sopralluogo con i tecnici della Città Metropolitana per capire come utilizzare i fondi messi a disposizione, e ai primi di settembre ci siamo tutti incontrati sul posto. Spiace ribadire la totale assenza dell’Amministrazione anche in questo frangente: non voglio nemmeno pensare che non si persegua la messa in sicurezza della vita dei cittadini solo perché l’iniziativa parte dall’opposizione interna, sarebbe gravissimo. Sicuramente, però, in Consiglio Metropolitano è presente anche un rappresentante dell’attuale maggioranza, e probabilmente avrebbe avuto gli stessi strumenti per affrontare un problema ben noto a tutti. Come si dice… e le stelle stanno a guardare.

La vera nota positiva riguarda invece la ripresa dei lavori di stesura della fibra ottica, il nostro piccolo grande successo che porterà in breve le case di Montecagnoletto a godere delle connessioni in FTTH. Non so bene quale sarà il risultato finale, quante e quali case saranno allacciate, quando funzionerà il tutto, ma nulla si fa se non si ha il coraggio di guardare in prospettiva, e questo noi lo facciamo. Quindi grazie ancora al nostro giovane Simone per aver scovato il bando e ai soci per aver contribuito alla raccolta firme!

Non possiamo, infine, dimenticare di citare il successo del nostro evento dell’estate “Aperitivo a Teatro” che, nonostante le minacce metereologiche, si è svolto con grandissima partecipazione di pubblico. Ed è in questa grandissima partecipazione che troviamo l’energia per andare avanti senza mai perdere di vista il nostro obiettivo finale, la nostra ragione di esistere, l’energia per superare i momenti di sconforto che probabilmente farebbero comodo a qualcuno. Ci siamo, ci saremo, e non smetterò mai di essere petulante su questo.

Alla prossima!
Antonino Fabbri
BachecaNotizieAltri serviziIl territorioContattiAssociarsiCasella di testo: Cari Amici,
è ormai troppo tempo che non Vi scrivo, gli impegni lavorativi incombono in maniera sempre più pressante e diventa molto difficile fermarsi un attimo a riflettere.
E’ doveroso, però, darvi un aggiornamento puntuale di come stiano andando le cose, di cosa si stia facendo, di come è passata questa estate 2018 per il Comitato Montecagnoletto.Contrariamente a quello che immagino sia il percepito, è stata un’estate molto faticosa per noi, che abbiamo continuato a lavorare e a combattere senza soluzione di continuità, spesso contro i mulini a vento.
Risultati immagini per mulini a vento don chisciotte