montecagnoletto.itsito ufficiale del Comitato Civico MontecagnolettoCasella di testo: Newsletter 12 giugno 2018
Home

Sito progettato e realizzato a titolo gratuito da Antonino Fabbri per il Comitato Civico

torna all'elenco
Casella di testo: Buonasera Ingegnere,

il motivo delle numerose mail che ha ricevuto è da ricercarsi nel fatto che ormai da tempo non riusciamo più a ricevere alcuna risposta da parte degli uffici comunali, né tecnici né amministrativi, e la sua mail è la prima da mesi.
La cosa ci dispiace molto, non meritiamo di essere ignorati visto che per lunghi anni abbiamo sempre dimostrato di essere estremamente collaborativi, pazienti e comprensivi.
Ora però, in una situazione ormai degradata e di totale abbandono, non è più accettabile che gli uffici competenti facciano orecchie da mercante e fuggano dai loro doveri, qualsiasi sia il motivo che li spinga a questo comportamento.

Sono contento che alla fine abbia proposto di anticipare quanto possibile un incontro, probabilmente spinto dall'evidenza di fatti che non sono più considerabili come normali in uno Stato che non si chiama Abbandono, ma ancora Italia.

I temi che stiamo sollecitando da un po’ sono solamente quelli che riteniamo più urgenti per vari motivi: perché insostenibili, perché assurdi, perché pericolosi per la pubblica incolumità. Questi temi sono talmente urgenti che continueremo a sollecitarli settimanalmente fino a risoluzione.
In realtà esiste un programma di lavoro ben più ampio, condiviso con il Sindaco due anni fa, che potrà leggere sul nostro sito www.montecagnoletto.it accedendo alla bacheca, e che ad oggi è completamente fermo.

Vado a descriverLe nel dettaglio i sei punti urgenti che stiamo sollecitando.

CONTROLLO QUALITA’ DELL’ACQUA
Ormai da anni abbiamo un servizio interno di analisi, e spesso si è dimostrato molto utile. Ad esempio, avevamo scoperto che la ditta Ambiente distribuiva sacchetti per l’umido non biodegradabili, e il nostro servigio ha fatto del bene a tutta la Comunità genzanese e non solo. Periodicamente eseguiamo l’analisi delle acque che arrivano ai nostri rubinetti, e più di una volta i nostri controlli hanno evitato problemi. Da un po’ di tempo notiamo un innalzamento eccessivo del valore dei floruri, e con l’occasione ci siamo accorti che Arpa non sta pubblicando i risultati delle analisi periodiche obbligatorie. Premesso che non abbiamo nessuna intenzione di considerare le nostre analisi come probatorie, abbiamo diligentemente segnalato la cosa, ma stranamente nessuno ha mai nemmeno dato cenno di aver ricevuto la mail.

ATTRAVERSAMENTO PEDONALE VIA APPIA NUOVA
Chi, da Montecagnoletto, vuole prendere il bus per andare in paese, non ha modo di raggiungere la fermata (fermata Cotral “Montecanino” su via Appia Nuova km 31,400) se non scavalcando il gard rail ed attraversando sul rettilineo della via Appia Nuova. Constatato il grave pericolo, abbiamo per anni sollecitato una soluzione, generando solo un incredibile rimpallo di responsabilità tra Anas e Comune. Dopo tante storie, il 30 agosto scorso mi telefona l’ing. Candido dell’Anas. Mi ha spiegato che il progetto esecutivo di realizzazione dell’attraversamento realizzato dai tecnici del Comune era molto carente, addirittura mi accennò anche alla mancanza di firme, e nonostante dei solleciti non aveva ancora ricevuto riscontri. Si dimostrò, al contempo, molto preoccupato dalla pericolosità del sito, e concordava sulla necessità di accelerare la pratica. Facendola breve, mi ha chiese di farmi portavoce della necessità di un incontro a breve in Comune, al quale avrebbe partecipato volentieri. Mi pregò addirittura di passare il suo cellulare personale per la convocazione, che è 335.727.11.89. Stranamente, su questo tema da allora nessuno mi ha risposto più.   La situazione di pericolo per la vita dei nostri ragazzi, pertanto, permane.

MANUTENZIONE STRADALE
In ottobre è stato stanziato un capitolo di spesa per sistemare il manto di asfalto di via Montecagnoletto II e di via Segantini.Dopo innumerevoli rinvii, il 5 maggio sono stati eseguiti dei lavori su via Montecagnoletto II, ma invece di ripristinare il tratto più trafficato è stato asfaltato un tratto totalmente inutile, non utilizzato, “oltre l’ultimo cancello”. Eppure eravamo stati previdenti nell’attenzionare, per ben tre volte, sul rischio di intraprendere un inutile spreco di denaro pubblico, lasciando invece il dissesto laddove era ben più urgente intervenire. E invece così è stato. Immediatamente a seguire, doveva essere sistemata via Segantini, stiamo ancora aspettando quando mai inizieranno i lavori ma nessuno ci degna di una risposta. Sarebbe gravissimo se i soldi stanziati per Montecagnoletto fossero stati dirottati altrove, ma non è dato saperlo.
Ora siamo nel 2018, con il nuovo bilancio il sindaco ci aveva promesso un intervento più importante, siamo pertanto in attesa di sapere su quale strada è stato scelto di intervenire (le strade inutili son state tutte rifatte da codesta amministrazione, ora sarebbe il caso di passare a quelle utilizzate). Considerato che via Segantini è ormai coperta da stanziamento, consigliamo vivamente di intervenire su via Montecagnoletto e via Montecagnoletto II. Comunque sia, nessuna risposta.

CHIUSURA BUCHE
Montecagnoletto rimane di fatto l’unica zona dove l’amministrazione non è mai intervenuta per chiudere buche, come del resto per nessun’altra azione manutentiva a parte tre sfalci dell’erba in due anni. Siamo stati sempre solerti nell’intervenire noi con azioni di rattoppo autogestite e autofinanziate, ma sempre alternandoci con gli interventi comunali. Sebbene che gli ultimi ad intervenire siamo stati noi, considerando il tentativo di intervento abortito su via Montecagnoletto II, l’assemblea dei soci ci ha autorizzato la spesa per un intervento, visto che la situazione imn alcuni punti è drammatica. Abbiamo chiesto, come sovente fatto, l’appoggio del mezzo degli operai per il trasporto del materiale necessario, che vista la situazione è proprio tanto. Nessuna risposta.

RIMOZIONE ALBERO
Due mesi fa è caduto un albero su via Montecagnoletto, per fortuna senza conseguenze per le persone. La rimozione è stata effettuata dai Vigili del Fuoco alla presenza della Polizia Locale, ma tutte le ramaglie sono state lasciate abbandonate sulla carreggiata. Abbiamo chiesto la rimozione perché pericolose per la circolazione, ci è stato risposto che non era possibile perché l’albero è caduto da una proprietà privata (in fallimento). Abbiamo proattivamente deciso di attivarci noi, ma per farlo abbiamo chiesto l’appoggio del mezzo degli operai per il trasporto del materiale in discarica. Nessuna risposta.

INGRESSO VIA APPIA VECCHIA
L’ingresso principale di Montecagnoletto, come tutto il tratto di via Appia Vecchia, è di una pericolosità allucinante. Non mi dilungo ad illustrarne i motivi, che potrà trovare in una dettagliata relazione sulla bacheca del nostro sito. Settimanalmente abbiamo degli incidenti, e nei mesi scorsi è anche morta una ragazza. Con la vecchia amministrazione avevamo fatto dei passi avanti ed erano stati fatti diversi sopralluoghi, poi il nulla. Ora che abbiamo in Comune ben due consiglieri della Città Metropolitana, dovremmo ritenerci fortunati. Sto semplicemente sollecitando un meeting con gli uffici competenti che il Sindaco stesso si era preso l’impegno personale di convocare. Nessuna risposta.

GESTIONE DEL VERDE
A fronte della recente ordinanza comunale sulla gestione del verde da parte dei privati, un mese fa ho presentato un esposto perché nessuna delle regole indicate viene rispettata dal Comune stesso. Il testo è in allegato a questa mail. Gravissima in particolare la situazione degli alberi. Abbiamo persino una quercia che si protende su un giardino dove giocano bambini. Al momento, da quando il comitato esiste, abbiamo contato tre alberi caduti sulla strada. Non ho capito dove dobbiamo arrivare. Non si può non parlare, poi, di via Appia Antica, il nostro monumento che stiamo proteggendo con i denti dalla distruzione finale, lasciata in uno stato da far rigirare all’unisono tutti i sette re e gli imperatori nella tomba. Comunque, nessuna risposta.

CARTELLI DI TOPONOMASTICA
Da cinque anni chiediamo l’installazione del cartello di toponomastica di via Vespignani, mi pare assurdo che non si trovino mai 100 euro (o quello che sia) per acquistarlo. Non arrivo a comprendere perché questi poveri abitanti non hanno diritto a ricevere facilmente un ospite o un corriere. La cosa era stata inserita tra gli interventi urgenti in carico alla Polizia Locale. Nel frattempo qualche buontempone ha anche rotto quello di via Boccioni. Indovini un po’, nessuna risposta.

CHIUSINO CONDOTTA DELL’ACQUA
Durante i recenti lavori abortiti in via Montecagnoletto II, un operaio ha provato a prenderci in giro utilizzando un pochino di asfalto su qualche buca della strada, più che altro riuscendo solo a creare qualche variazione di tonalità di colore alla strada. Però è riuscito benissimo a coprire il chiusino della condotta principale dell’acqua. Abbiamo più volte chiesto il ripristino prima che se ne perda memoria. Nessuna risposta.

***
Come vede, gentile Assessore, di fatto non stiamo chiedendo nemmeno un euro, se non già stanziato. E allora dove risiede il problema? Non lo so e non voglio saperlo, ma son tutte cose che possono essere gestite in massimo una settimana, eppure si trascinano da mesi o da anni.

Spero di aver anticipato, se così si può dire vista la vetustà delle urgenze, in maniera più chiara possibile gli argomenti che, torno a ripetere, sono solo quelli estremamente urgenti e non procrastinabili. E’ chiaro, poi, che se si continua nel nulla, i fatti si accumulano e poi sembriamo noi ad essere pretenziosi.
In realtà siamo solo semplici cittadini paganti. Null’altro. Anzi sì: stanchi.

Cordiali saluti,
Antonino Fabbri
Presidente
Comitato Civico Montecagnoletto
BachecaNotizieAltri serviziIl territorioContattiAssociarsiCasella di testo: Per questa volta la newsletter è costituita dalla mail appena inviata al neo assessore ai lavori pubblici Dott. Guarrera.
Sostanzialmente per vostra informazione sull’andamento delle attività...
Risultati immagini per mail