montecagnoletto.itsito ufficiale del Comitato Civico MontecagnolettoCasella di testo: Newsletter 23 settembre 2015
Home

Sito progettato e realizzato a titolo gratuito da Antonino Fabbri per il Comitato Civico

torna all'elenco
Casella di testo: bambini, comprato e donato alla nostra comunità appena un mese fa. Se le tre bruciature da sigaretta che noterete sul morbido piano vi faranno salire il sangue al cervello, allora avrete superato brillantemente il test. Non inventiamoci la scusa che “sono ragazzate”, perché noi tutti siamo responsabili della loro educazione e dei loro comportamenti. E poi, i bambini e le loro cose non si toccano, per nessun motivo al mondo! Mi aspetto un serio esame di coscienza da parte di tutti i genitori e un ancor più serio richiamo all’ordine ai propri figli.
 Una recente sentenza del TAR, nata  per un contenzioso tra il Comune ed un condominio che amministra e manutiene ormai da trent’anni una strada privata ad uso pubblico, sancisce l’obbligo per il Comune di prendere in carico la strada, e al contempo per il condominio di cederla. Tale fatto riapre in maniera importante il “tema dei temi” della nostra zona, ovvero il grande paradosso giuridico che i costruttori dei grandi complessi hanno lasciato in triste eredità agli ignari acquirenti: le strade i cui oneri manutentivi sono totalmente a carico dei residenti, ma sulle quali non è chiara la responsabilità civile legata all’uso pubblico. Siamo contenti che si sia arrivati ad un punto fermo per quella determinata situazione, peccato che sia stato necessario attendere per tre anni il TAR per smuovere le acque. Ma sono del parere che il problema vada affrontato seriamente, una volta per tutte e in maniera sistematica, per tutto il quartiere; ormai difficilmente potrà occuparsene questa Amministrazione, ma l’intento non può mancare a livello programmatico per la prossima, che deve prevedere un processo certo di normalizzazione. Nonostante le chiare difficoltà, siamo convinti che insieme si possa trovare il bandolo della matassa.
Durante il mese di settembre, complici diverse vicissitudini ed assenze più o meno forzate, le attività sono state veramente ridotte all’osso, ma non abbiamo dimenticato di seguire alcuni dei temi più caldi, e ci siamo dati ai solleciti. Sollecitata la Polizia Locale sul tema dell’abbandono di rifiuti… senza risposta. Sollecitata l’Amministrazione che aveva promesso un intervento sulla Provincia per il gravissimo problema dell’incrocio di via Appia Vecchia… senza risposta. Sollecitata l’Anas per l’affare dell’attraversamento pedonale più complesso del mondo… nessuna risposta. Ci siamo fatti persuasi che, una volta esaurite le nostre capacità di intervento e i nostri spazi di manovra, tutto si ferma inesorabilmente e rimane solo lo spazio per l’indignazione. Ma il nostro impegno non può essere fermato, nessuno ce lo può sottrarre, e nuove iniziative sono già allo studio.
Come previsto, passata l’estate il servizio di navetta inizia piano piano a suscitare un interesse crescente, ma a fronte di alcune chiamate ci siamo resi conto che ancora non ne è compreso appieno il funzionamento. Ho provato, quindi, a riassumere schematicamente l’orario e la descrizione del servizio, che potete trovare sul sito, alla sezione “Altri Servizi — Orari Bus Servizio Pubblico”, o richiederne direttamente il formato elettronico scrivendoci.

Vi saluto cordialmente,
Antonino Fabbri
Casella di testo: L’indignazione è un sentimento poco piacevole per chi lo prova e, se si dovesse descrivere in due parole, si potrebbe definire “Rabbia Dentro”. A dispetto di ciò, però, ritengo che riuscire a provare questo sentimento sia un fattore molto positivo, perché significa che ancora non tutto è perduto. Vi sottoporrò, quindi, ad un facile test di indignazione, ed in base al risultato potrete valutare il livello del vostro senso civico e di comunità. Il test consiste nel recarsi a Parco Segantini ed osservare attentamente   il  bel  tavolinetto  morbidoso  destinato ai 
BachecaNotizieAltri serviziIl territorioContattiAssociarsi